12.00 

Il pre­sente elab­o­ra­to trat­ta il nuo­vo stru­men­to di mar­ket­ing appli­ca­to: l’“Heritage Mar­ket­ing”. Con il ter­mine “Mar­ket­ing”, si intende la nuo­va dis­ci­plina che ha come scopo quel­lo di iden­ti­fi­care e sod­dis­fare tutte le neces­sità e sog­ni dei cli­en­ti con l’obiettivo di mas­simiz­zare i prof­itti.

12.00 

Il lavoro affronta un argo­men­to di grande attual­ità, che riguar­da la vita, civile ed eco­nom­i­ca, di tre mil­iar­di di per­sone e, per proiezione, il futuro del­la popo­lazione mon­di­ale, che, nel 2050, rag­giungerà i dieci mil­iar­di: come evitare nuove crisi dell’economia glob­ale, medi­ante un’efficace gov­er­nance, per la rego­la­men­tazione dei mer­cati e del­la finan­za.

30.00 

Il CERSIG, Cen­tro di Ricer­ca sulle Scien­ze Giuridiche, isti­tu­ito nel novem­bre del 2016 pres­so l’Università degli Stu­di Link Cam­pus Uni­ver­si­ty di Roma, nasce dal­la col­lab­o­razione dei docen­ti dell’area giuridi­ca dell’Università. Il Cen­tro si col­lo­ca nell’ambito del Dipar­ti­men­to del­la Ricer­ca e rap­p­re­sen­ta un luo­go di con­fron­to sci­en­tifi­co per la comu­nità acca­d­e­m­i­ca, nonché lo stru­men­to attra­ver­so il quale ques­ta comu­nità si esprime, svilup­pan­do i pro­pri temi di ricer­ca e le cor­re­late inizia­tive e pro­poste.

20.00 

Il libro esam­i­na, in maniera sin­tet­i­ca ma esaus­ti­va, i cri­teri di redazione delle diverse tipolo­gie di bilan­ci con­sol­i­dati e stra­or­di­nari.

Cam­pus Hand­book

BUSINESS PLANNING

20.00 

La pub­bli­cazione tiene con­to dei diver­si approc­ci didat­ti­ci che l’autore ha segui­to nel cor­so degli anni, da quel­li teori­co-prati­ci con dis­cus­sione di casi a quel­li preva­len­te­mente oper­a­tivi, nei quali gli stu­den­ti, dopo aver acquisi­to una serie di conoscen­ze spe­cial­is­tiche fon­da­men­tali, ne sper­i­men­tano l’applicazione prat­i­ca in lab­o­ra­to­rio.

25.00 

Il Vol­ume “Casi e Mate­ri­ali di Dirit­to Trib­u­tario Inter­nazionale” – strut­tura­to in tav­ole sinot­tiche e sche­mi rias­sun­tivi – illus­tra in maniera chiara e sin­tet­i­ca i prin­cipi fon­da­men­tali e le tem­atiche più ril­e­van­ti del dirit­to trib­u­tario inter­nazionale. Par­ti­co­lare atten­zione viene riv­ol­ta all’analisi delle fonti del dirit­to trib­u­tario inter­nazionale, con speci­fi­co riguar­do alle dis­po­sizioni con­tenute nel Mod­el­lo OCSE al fine di fornire un quadro com­ple­to e pun­tuale del­la dis­ci­plina con­ven­zionale.

25.00 

Il vol­ume “Casi e Mate­ri­ali di Polit­i­ca Fis­cale dell’Unione Euro­pea (PFUE) e degli Organ­is­mi Sovranazion­ali” — strut­tura­to in tav­ole sinot­tiche e sche­mi arti­co­lati — illus­tra le tem­atiche e gli svilup­pi delle politiche fis­cali comu­ni­tarie, con espo­sizione prat­i­ca e sin­tet­i­ca. La com­pren­sione degli argo­men­ti è agevola­ta dal­la pre­sen­za di focus, tav­ole di sin­te­si e chart illus­tra­tivi, che con­sentono una imme­di­a­ta indi­vid­u­azione dei con­tenu­ti ril­e­van­ti.

30.00 

Il Codice civile dell’Iran è un cor­po organ­i­co di dis­po­sizioni di dirit­to civile e di norme di dirit­to proces­suale di rilie­vo gen­erale. Il Codice venne emana­to a più riprese fra il 1928 e il 1935 ed è sta­to emenda­to diverse volte. La traduzione è sta­ta com­pi­u­ta tenen­do con­to dei più recen­ti emen­da­men­ti. Il Codice con­s­ta di 1335 arti­coli ed è divi­so in tre par­ti, pre­ce­dute da un Pre­am­bo­lo che trat­ta del­la pro­mul­gazione, degli effet­ti e dell’attuazione delle leg­gi in gen­erale.

13.00 

Una cosa è comu­ni­care e scri­vere per un pub­bli­co di let­tori, o di spet­ta­tori. Tut­ta un’altra, riv­ol­ger­si invece a gior­nal­isti e pro­fes­sion­isti del mon­do del­la comu­ni­cazione e delle imp­rese. Questo libro anal­iz­za le carat­ter­is­tiche dell’ufficio stam­pa, le com­pe­ten­ze, l’organizzazione, le metodolo­gie di lavoro e le crit­ic­ità delle diverse tipolo­gie di comu­ni­cazione tenen­do con­to dell’evoluzione dei mezzi e del­la selezione dei tar­get.

18.00 

Il vol­ume è com­pos­to da due tipolo­gie di rif­les­sioni: una affer­ente il dibat­ti­to riguardante la dico­to­mia cos­ti­tuzione materiale/costituzione for­male; l’altra, par­ti­co­lar­mente attuale, sul testo del­la rifor­ma cos­ti­tuzionale che sarà con­fer­ma­to o meno dal ref­er­en­dum che si cele­br­erà il prossi­mo autun­no.

16.00 

Con­sid­er­a­ta la labo­riosa strat­i­fi­cazione nor­ma­ti­va che negli ulti­mi anni ha carat­ter­iz­za­to la dis­ci­plina del­la crisi da sovrain­deb­ita­men­to, la mono­grafia nasce con lo scopo di delin­eare un per­cor­so avente ad ogget­to l’analisi delle soluzioni pre­viste per risol­vere tale com­p­lessa situ­azione.

Cam­pus Con­fer­ence Pro­ceed­ings

CRISI DELLEUROZONA: SERVE UN MINISTRO DELLE FINANZE?

16.00 

La crisi in atto ha molte ragioni, ma il fenom­e­no migra­to­rio, l’aumento delle dis­ug­uaglianze, il ritar­do del­la UE nell’adattarsi ai cam­bi­a­men­ti del quadro com­pet­i­ti­vo glob­ale, si sono sovrap­posti alla qua­si stag­nazione dell’economia e stan­no cre­an­do spinte cen­trifughe e con­tro­ver­sie tra i pae­si europei, tan­to con­sis­ten­ti da minac­cia­re l’intera costruzione euro­pea.